Il calcio europeo sostenuto dagli investimenti dei vettori aerei arabi Fly Emirates-Real Madrid: nuovo contratto record

Sponsor, 10 Dicembre 2018 da Sporteconomy.it

Dall’analisi delle sponsorizzazioni delle compagnie aeree nel football europeo emerge chiaramente la leadership dei più importanti vettori mediorientali.
In Italia, da maggio scorso, ha debuttato Qatar airways, con un investimento stimato in 13 milioni di euro (nel ruolo di main sponsor), anche se il contratto più importante porta la firma di Fly Emirates, da diversi anni jersey-partner del Milan (15 milioni a stagione). La compagnia di bandiera dell’emirato di Dubai è presente con massicci investimenti anche a supporto di altri quattro top club del Vecchio continente. Nello specifico, il Paris Saint Germain (28 milioni), il Real Madrid (32 milioni) e l’Arsenal (37 milioni). In Germania è legato alla divisa di gara dell’Amburgo, costretto, quest’anno, ad una storica retrocessione in Bundesliga 2 (l’equivalente della serie B italiana), con una spesa stimata di 8 milioni di euro. Un ulteriore investimento, superiore ai 10 milioni, è a sostegno del Benfica, tra le più popolari realtà della massima serie portoghese.

Ulteriori novità sono previste, dalla prossima stagione, soprattutto in casa dei Blancos.
Accordo raggiunto e già firmato, almeno secondo il quotidiano “Marca”, tra Real Madrid e Fly Emirates, con prolungamento del loro rapporto commerciale fino alla stagione 2021/22.
La compagnia aerea, per assicurarsi il jersey sponsor dei campioni d’Europa, verserà 70 milioni di euro all’anno per un totale di 280 milioni di euro.
L’accordo diventa così la sponsorizzazione più ricca nella storia del calcio iberico, superando il valore del contratto Barcellona-Rakuten (multinazionale nipponica del settore e-commerce) pari a 55 milioni di euro.

Etihad airways investe sull’ampliamento dello stadio del City

Il Manchester City sta valutando l’ipotesi di ampliare la capienza dell’Etihad stadium, portandolo a toccare quota 63 mila spettatori. Prima di decidere l’avvio dei lavori il management del club ha pensato di consultare i propri tifosi, per discutere sulle modifiche da apportare alla struttura.
L’idea è ampliare la curva nord dell’impianto (firmato dalla compagnia aerea con sede ad Abu Dhabi), aggiungendo due enormi file, che farebbero aumentare la capienza di circa 8 mila unità. L’eventuale avvio del progetto coinciderà con la prossima estate.
La società di costruzione, a cui verrano affidati i lavori (la ISG), su incarico del club, ha consultato la fan base tramite diversi forum,cercando di capire quali potrebbero essere gli sviluppi migliori per soddisfare le diverse esigenze dei tifosi dei Citizens.
Una priorità è garantire nuove opportunità, garantendo la possibilità di acquistare posti a sedere a prezzi accessibili per tutti, senza che questo escluda l’idea di lavorare anche su aree maggiormente confortevoli e per supporter più ricchi sotto il profilo socio-reddituale. Nello specifico, le consultazioni, riguardanti questa possibilità, sono già in corso e si conta di arrivare ad una conclusione positiva entro la fine dell’anno.
L’obiettivo principale è concludere i lavori entro il prossimo biennio, in modo da iniziare la stagione 2021/2022 nel nuovo Etihad stadium.

2018-12-11T11:17:54+00:00 dicembre 11th, 2018|Assi Manager, Rassegna Stampa|