Il Calcio Italiano prova a recuperare il rapporto con le tifoserie

Tifoserie, 2 agosto 2018 da Sporteconomy.it

Il coinvolgimento delle tifoserie è un tema molto delicato nel calcio italiano. Le società infatti stentano ancora a svincolarsi dal ruolo predominante dei presidenti, vissuti dai supporter non sempre in modo positivo. Qualcosa, però, sta cambiando e, seppure con tempistiche diverse rispetto ad altri mercati calcistici, anche l’Italia inizia ad investire sulla fan engagement, partendo dai social e dal CRM.

“C’è ancora molto da fare, sotto il profilo culturale, nel mondo del calcio”, spiega a Tuttosport, Luca Nardi, esperto di marketing sportivo e socio fondatore di Assi Manager. “Fino ad oggi i tifosi sono stati vissuti prevalentemente come clienti, invece appartengono in misura integrante al presente/futuro dei club. Sono un valore costante, che si rigenera, anno dopo anno, con l’ingresso di nuovi supporter.
Un rapporto fidelizzante, quello tra squadra e fan, che dura una vita intera.

I dipartimenti marketing dei club devono investire su questo legame totalizzante. E’ il valore aggiunto di ogni brand calcistico e gli sponsor sono i primi ad averlo compreso e a spingere in questa direzione. Stimolando gli stessi club ad intervenire con una serie di attività e benefit concreti”.

La Roma coinvolge i fan nel debutto di Hyundai

Otto tifosi giallorossi coinvolti nel progetto di lancio della sponsorizzazione di Hyundai, colosso asiatico dell’auto (già partner della Fifa dal 1999), nuovo retro-sponsor della Roma. Il club capitolino, per la prima volta, ha deciso di coinvolgere alcuni fan scelti all’interno dell’anagrafica abbonati, sulla base della data di nascita. Quest’ultima coincideva con quella della firma della nuova partnership commerciale. I tifosi, selezionati tramite il CRM, sono stati invitati a Trigoria (centro di allenamento della squadra), dove hanno partecipato allo shooting fotografico, alla realizzazione di un video emozionale e hanno ricevuto la maglia personalizzata con il loro nome. Oltre a ciò hanno incontrato, in maniera riservata, nel giorno del loro compleanno, alcuni dei calciatori utilizzati da Hyundai per le foto pubblicitarie (tra questi Javier Pastore, Cengiz Under, Bryan Cristante ed Edin Dzeko). Hyundai sarà official car e back sponsor della Roma per i prossimi tre anni, per un controvalore economico vicino ai 4 milioni di euro a stagione (con la previsione di bonus in caso di raggiungimento di importanti traguardi sportivi). Questa iniziativa sarà soltando una delle attività di fidelizzazione del bacino di utenza che la società giallorossa intende promuovere, nei prossimi mesi, insieme ai principali partner commerciali vecchi e nuovi (Nike, Qatar airways, Betway, Hyundai, Linkem, Frecciarossa, La Molisana, CB Cashback world, Sky e Natalucci & partners).

La maglia della Juve la regala lo sponsor

In forte crescita è anche lo strumento del co-marketing con aziende sponsor e club che collaborano per far sognare e divertire il bacino d’utenza. E’ quanto accaduto, quest’estate, nella partnership Betfair-Juventus.

L’official gaming e betting partner del club piemontese ha lanciato un concorso speciale denominato “Betfairti regala la maglia ufficiale della Juventus”.Tutti coloro che hanno aperto un conto su Betfair.itentro lo scorso 15 luglio, hanno partecipato all’iniziativa. In premio la divisa ufficiale (stagione 2018/19) della Juventus, con la possibilità, per sette tifosi, di personalizzarla con il nome e il numero del campione preferito. Iniziativa promossa anche sui social dell’operatore di scommesse con l’immagine di quattro calciatori bianconeri: Giorgio Chiellini, Juan Cuadrado, Federico Bernardeschi e il brasiliano Douglas Costa. (fonte: Tuttosport)

di Marcel Vulpis direttore agenzia stampa Sporteconomy

2018-08-03T17:14:50+00:00 agosto 3rd, 2018|Assi Manager, News, Rassegna Stampa|