Le Universiadi Napoli 2019 contabilizzano 300mila presenze in 12 giorni

Evento, 26 Luglio 2019 da IlSole24ORE.it

 

A quasi 2 settimane dalla fine della XXX Universiade estiva i dati ufficiali confermano il successo di pubblico della manifestazione che si è conclusa il 14 luglio. Quasi 45 mila spettatori per il calcio, poi l’exploit della pallavolo, della pallanuoto e della ginnastica.

A quasi 2 settimane dalla fine della XXX Universiade estiva Napoli 2019 , i dati ufficiali confermano il successo di pubblico della manifestazione. Quasi 45 mila spettatori per il calcio, poi l’exploit della pallavolo, della pallanuoto e della ginnastica. Trecentomila presenze tra stadi, palazzetti dello sport, piscine. Un flusso di appassionati e curiosi, partendo dal torneo di calcio, che hanno accolto sugli spalti oltre 43mila spettatori, distribuiti tra l’Arechi di Salerno, il Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni, gli impianti di Nocera Inferiore e Pagani.
La sorpresa è che il boom di presenze si è registrato anche in altre discipline, come il nuoto, oltre 15mila tra la piscina comunale di Casoria e la Piscina Scandone e soprattutto per la pallanuoto, quasi 25mila spettatori, con lo straordinario epilogo alla Scandone, l’oro per il Settebello nell’ultima gara di Napoli 2019.
Il picco di spettatori per l’Italvolley

Mentre il picco per singola partita c’è stato nella finale di pallavolo maschile, quasi 6mila spettatori al PalaSele di Eboli per il trionfo dell’Italvolley sulla Polonia. Il punto più alto dei tornei di volley, che tra Nocera ed Eboli hanno richiamato al palazzetto 36mila spettatori.
Tra le cifre sugli spettatori all’Universiade spicca anche il dato sulla ginnastica: nel rinnovato PalaVesuvio oltre 14mila presenti per le gare di artistica e ritmica, che hanno regalato gioie e medaglie all’Italia. E anche se l’Italbasket non ha raggiunto la fase a eliminazione diretta, i tornei di pallacanestro maschile e femminile non hanno tradito le attese: oltre 30mila spettatori tra il PalaBarbuto, il PalaJacazzi, il PalaCercola e il PalaDelMauro. Senza dimenticare il flusso di spettatori, oltre 66mila, quasi equamente distribuite, per le cerimonie di apertura e chiusura dell’Universiade allo Stadio San Paolo di Napoli.

Gli alloggi degli atleti nelle navi Msc Lirica e Costa Vittoria

Nel frattempo, dopo aver ospitato a bordo, per oltre 2 settimane, circa 4mila tra atleti e delegati partecipanti all’Universiade, le due navi Msc Lirica e Costa Victoria hanno lasciato da qualche giorno il Golfo di Napoli per riprendere la loro consueta navigazione da crociera nel Mediterraneo.
Molto soddisfatto dell’esperienza Universiade Leonardo Massa, Country manager italia di Msc Crociere: «Msc ha potuto far apprezzare agli atleti tutta la straordinaria accoglienza made in Italy, dal cuore napoletano, che offrono le nostre navi. Il nostro orgoglio è stato, infatti, anche questo: Msc ha radici fortemente radicate in questa città ed è stata per noi una gioia poter contribuire alla buona riuscita di un evento che ha messo in luce le straordinarie potenzialità di Napoli. Noi ci abbiamo messo la nostra passione per il mare e per l’accoglienza, creando un’atmosfera rilassata e allegra, unita a un servizio di altissimo livello. La grande soddisfazione degli ospiti e degli organizzatori ci ha ripagati – continua Massa – Speriamo che presto Napoli possa rivivere altri eventi del genere in grado di metterne in risalto le bellezze, ma anche la straordinaria capacità organizzativa dimostrata».

2019-09-19T18:12:19+00:00 settembre 19th, 2019|Assi Manager, Rassegna Stampa|