beIN Media group lancia una “crociata” sul tema della pirateria audiovisiva nel mondo del calcio

Diritti Tv, 16 Gennaio 2019 da Sporteconomy.it

Un sito ricco di rivelazioni sul caso di pirateria audiovisiva messo in atto, secondo le prime ricostruzioni investigative, dalla piattaforma saudita BeOutQ, è stato aperto nei giorni scorsi da beIN MEDIA GROUP.

Il sito divulga pubblicamente il “furto” (come sostenuto dai vertici del broadcaster mediorientale) su scala industriale di contenuti di sport e intrattenimento mondiale condotto da beoutQ – il canale tv “pirata” basato in Arabia Saudita – e Arabsat – il provider satellitare del quartier generale di Riyadh – che sta avvenendo ormai da 18 mesi.

2019-02-07T12:11:06+00:00 febbraio 7th, 2019|Assi Manager, Rassegna Stampa|