Il fenomeno della pirateria

Diritti Tv, 18 Luglio 2019 da Sporteconomy.it

 

Un recente studio portato avanti da MUSO (supervisore della pirateria digitale in Inghilterra) e GumGum Sport (azienda che si occupa di valutazioni degli sponsor nello sport) ha portato alla luce le – ingenti – perdite dei club di Premier League a causa della pirateria digitale. Nella stagione 2018/19 è stata registrata un’audience illegale di 7,1 milioni di fans in rappresentanza di 149 Paesi diversi.

Ciascun club di English Premier League (EPL) perde 1,2 milioni di euro in ricavi da sponsor per ogni partita a causa della pirateria. La cifra è stata stimata in base a quanto significherebbe, a livello di sponsor, il totale dell’audience legale e illegale e a quanto aumenterebbero le entrate dei singoli club. Sono stati analizzati sette accordi commerciali di vari club, con un occhio di riguardo per gli sponsor a bordo campo e sponsor di maglia.

Lo studio, commissionato da un club di Premier League non specificato, ha scoperto che la maggior audience si trova in Cina, dove più di un milione di appassionati ha guardato ogni singola partita in streaming illegale. Gli altri quattro paesi a comporre la top-5 dei fruitori di streaming illegale sono Vietnam, Kenya, India e Nigeria.

In Spagna, La Liga ha stimato le perdite derivate da questo ambito in 400 milioni di euro. Lo streaming illegale è una seria minaccia per l’industria sportiva.

2019-07-24T12:06:04+00:00 luglio 24th, 2019|Assi Manager, Rassegna Stampa|